UniCredit, Forum delle Economie: la Ceramica. Focus sul Distretto di Sassuolo

Il business delle piastrelle ceramiche è decisamente in buona salute, con un fatturato in costante espansione a livello globale e un giro d’affari mondiale previsto in crescita nel prossimo decennio a tassi medi annui del 9-10%, grazie al traino dell’economie asiatiche. In questo scenario l’Italia gioca da protagonista, posizionandosi come primo  esportatore mondiale in valore, con un business di circa  6 miliardi. Un primato che testimonia l’alto valore aggiunto della piastrella “made in Italy”; una leadership che fa perno su qualità, innovazione e riconoscibilità ed ha il cuore produttivo nel Distretto di Sassuolo che genera oltre l’80% del fatturato del settore ceramico nazionale.

Proprio qui, presso la sede di Confindustria Ceramica, UniCredit ha voluto organizzare un nuovo Forum delle Economie, dedicato appunto al settore ceramico, con l’obiettivo di proseguire e stimolare il confronto tra i protagonisti dello sviluppo del comparto.

L’incontro è stato aperto dai saluti di Gianni Franco Papa, Direttore Generale UniCredit; Giovanni Savorani, Presidente Confindustria Ceramica; Claudio Pistoni, Sindaco di Sassuolo; e Luigi Gilli, Presidente Advisory Board Centro Nord UniCredit. A Giovanni Ronca, co-Head Commercial Banking Italy UniCredit, sono state affidate le conclusioni del Forum arricchito nel suo svolgimento dai contributi di Angelo Oreste Andrisano, Magnifico Rettore Università Modena e Reggio Emilia; Francesco Caio, Presidente di Saipem S.p.A.; Paolo Cavicchioli, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Modena; ed Emilio Mussini, Vice Presidente Confindustria Ceramica, protagonisti della tavola rotonda moderata da Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit, e avviata dopo la presentazione delle ricerche condotte su scenario e prospettive di sviluppo del settore ceramico da Aldo Bonomi, Direttore Consorzio AAster; Laura Torchio, Industry Expert Corporate Sales & Marketing UniCredit; e Guido Caselli, Direttore Centro Studi Unioncamere Emilia-Romagna.

Le imprese del Distretto – è emerso dall’analisi UniCredit – sono realtà innovative, con un alto livello di cooperazione interaziendale, che puntano a rafforzare la propria presenza sui mercati extra-UE ed extra-USA, ma presentano una dimensione inferiore rispetto ai competitors esteri.

Uno degli spunti emersi dal Forum della Ceramica ha toccato proprio il tema delle strategie finanziarie, indicando ulteriori strade percorribili per massimizzare il valore delle aziende. Tra il 2012 e il 2016 il Distretto ha ricevuto circa 8 miliardi di finanziamenti, di cui l’85% concessi dal sistema bancario. Eppure, per le PMI in crescita con modelli di business solidi, soluzioni di debt capital market come i Minibond costituiscono una valida alternativa per diversificare le fonti di finanziamento utili a sostenere il piano di investimenti. Le possibilità offerte dal mercato dei capitali possono insomma rappresentare una modalità, complementare al credito bancario, per fare innovazione e accelerare la crescita.

“La specializzazione e la natura di UniCredit, banca commerciale paneuropea con solide radici nei territori – ha spiegato Gianni Franco Papa, Direttore Generale UniCredit – ci consente di offrire un sostegno concreto alle aziende, anche in termini di consulenza e personalizzazione delle soluzioni attraverso l’ascolto e il dialogo diretto, strategico e continuativo con gli imprenditori.  Il nostro impegno per supportare l’economia locale si traduce quindi non solo nell’erogazione di credito, ma anche nella proposta di servizi finalizzati a rendere più agevole lo sviluppo e la crescita delle aziende”.

“UniCredit – ha rimarcato Giovanni Ronca, Co-Haed Commercial Banking Italy UniCredit – si propone di agire anche nel ruolo di “bussola”, aiutando le aziende a orientarsi tra i diversi strumenti finanziari al fine di individuare quelli più idonei alle caratteristiche e alle strategie industriali dell’impresa.  In tal senso la banca ha avviato anche un percorso di specializzazione per Industry, volto alla miglior conoscenza del business in cui operano i propri clienti al fine di concentrarsi solo sulle esigenze reali e specifiche delle aziende dei diversi comparti, attraverso l’offerta di servizi e competenze sempre più qualificati e personalizzati”.

“L’industria ceramica italiana –  ha sottolineato Giovanni Savorani, Presidente Confindustria Ceramica – è un settore leader del made in Italy nell’Abitare, grazie all’eccellenza di aziende che investono in innovazione tecnologica ogni anno rilevanti percentuali del proprio fatturato e che producono materiali d’avanguardia in termini di design, sostenibilità, possibili applicazioni d’uso.  La scelta di UniCredit di organizzare questo Forum a Sassuolo, il distretto ceramico più importante ed innovativo nel mondo, rappresenta un segnale di attenzione ed un utile momento di approfondimento sulle prospettive future”.





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
Uso dei cookies
© 2000-2016 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 11 query in 0,435 secondi •