Torna il Mei, “Fatti di Musica Indipendente” dal 28 al 30 settembre a Faenza

Concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre. Torna a Faenza il 28, 29 e 30 settembre il Mei, “Fatti di Musica Indipendente”, la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale emergente. La rassegna, giunta alla 24° edizione, è il punto d’incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della musica italiana più recente.

Fin dalla prima edizione la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che  si sono distinti sulla scena musicale nazionale (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax e più recentemente i Maneskin e Daniele Silvestri) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo).

“Il Mei- ha detto l’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti intervenendo alla presentazione oggi in Regione- è una manifestazione di grande importanza per la valorizzazione della musica indipendente e per la presenza di artisti emergenti, sia per la regione che in ambito nazionale. Questa edizione, in particolare, giunge dopo il varo della Legge regionale sulla Musica, che il Mei e Giordano Sangiorgi hanno contribuito a costruire assieme ad altri operatori del territorio.  Una legge condivisa che, tra l’altro, intende sostenere i progetti dei musicisti emergenti, la circuitazione della musica nei locali, l’aggregazione dei servizi, per offrire nuove opportunità e competere meglio sul mercato. I primi bandi, attualmente in corso, saranno il primo banco di prova sul suo funzionamento”.

“Un’ottima legge- gli ha fatto eco Giordano Sangiorgi- che meriterebbe di essere presa a esempio da altre regioni italiane. Il Mei continua a proporre, almeno per il 40% del suo cartellone, giovani artisti emergenti di qualità e poco noti, che meriterebbero di avere successo.  Nella tre giorni faentina si esibiranno circa un centinaio di artisti, in particolare nella notte bianca di sabato saranno allestiti 30 palchi.  Tra i numerosi premi, il Mei ha voluto assegnare un riconoscimento particolare, il Premio speciale rockstar culturale indipendente dell’anno, a Mauro Felicori (il 30 settembre), direttore generale della Reggia di Caserta, per avere valorizzato al massimo l’edificio storico utilizzando al meglio gli investimenti pubblici, razionalizzando al massimo l’uso del personale e degli spazi e inserendo elementi di marketing territoriale prima assenti”.

Il programma

L’inaugurazione del Mei è il 28 settembre al Palazzo delle Esposizioni, con due convegni: Cultura e Musiche del ’68, 50 anni dopo,  ospiti il sociologo Marco Boato e l’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti, che illustrerà il via al programma di EnERgie Diffuse, la settimana della cultura prevista  in Emilia-Romagna  dal 7 al 14 ottobre. E poi ancora con la mostra Manifesti Beat Prog in Romagna alle radici della scena indie di 50 anni fa, e  con due iniziative al Museo internazionale delle Ceramiche: la presentazione in anteprima di Infinito 200, album antologico che ricorda il bicentenario del capolavoro leopardiano con il poeta Davide Rondoni,  e  l’esibizione dei cantautori Anna Luppi, Alessandro Cicone, Denise Misseri, Solmeriggio e Lorenzo Santangelo, e l’anteprima di Anatomia Femminile, festival a cura di Michele Monina, che omaggia il cantautorato femminile.

Per quanto riguarda i premi gli appuntamenti centrali sono concentrati nel weekend, con la consegna, il 29 settembre, durante la notte bianca della musica indipendente, del Premio Speciale Mei al gruppo metal Lacuna Coil & Rezophonic e del Premio Artista Eclettico dell’Anno a Gio Evan, scrittore, poeta, cantautore, viaggiatore e artista di strada. Sempre il 29 settembre, sul palco del Teatro Masini, verrà assegnato il Premio Pimi 2018 all’artista indipendente dell’anno, attribuito per questa edizione al gruppo rock The Zen Circus “per la loro carriera ventennale all’insegna della ricerca di qualità musicale e testuale all’interno del circuito indipendente”. Tra i premiati anche il cantautore Edoardo Bennato, che riceverà il Premio Radio Rai Live e assegnerà un riconoscimento ai vincitori del contest Non sono solo canzonette. E poi ancora, il Premio Speciale ai Ritmo Tribale per i 30 anni dal loro primo disco autoprodotto, il Premio Super Mei Circus dedicato a un giovane artista emergente assegnato a Colombre, e la sesta edizione della Targa Mei Musicletter, premio nazionale dedicato al giornalismo musicale sul Web, ideato da Luca D’Ambrosio.

Tra i numerosi concerti  del 29 settembre spiccano quelli di  Gio Evan, al Ridotto del Teatro Masini, dei The Zen Circus a Piazza del Popolo, dove si esibiscono anche i Lacuna Coil, insieme a Rezophonic, per i loro 20 anni di carriera, con l’opening act del gruppo rock Celeb Car Crash; sempre a Piazza del Popolo, alla presentazione del nuovo album di Kutso e Bussoletti. Segue un concerto con La Municipal, vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Roma, I Figli dell’Officina, vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Taranto, La stanza di Greta, vincitori della Targa Tenco; e poi ancora, tra gli ospiti, Roberto Angelini & Rodrigo D’Erasmo con un omaggio a Nick Drake al Teatro Masini.

Gli appuntamenti del 30 settembre sono dedicati ai 40 anni della Legge Basaglia. Al Ridotto del Teatro Masini va in scena Interiezioni, spettacolo metateatrale di Pierpaolo Capovilla, voce del gruppo rock Il Teatro degli Orrori e Paki Zennaro, compositore sperimentale e storico collaboratore di Carolyn Carlson, preceduti, in apertura, dal duo di cantautori psicoterapeuti Psicantria, formato da Gaspare Palmieri e Christian Grassilli. Nella stessa giornata sarà presentato il libro Basaglia e Le Metamorfosi della Psichiatria di Piero Cipriamo. Al Cinema Sarti sarà assegnato il Premio Pivi 2018 – Miglior Videoclip Indipendente Dell’Anno” al video di “Maometto a Milano” di Colapesce, estratto dall’ultimo album dell’artista siciliano;  e il Premio Pivi 2018 per il miglior videoclip indipendente dell’anno, in collaborazione con SoundScreen, al regista Dario Ballantini e alla band toscana Piccoli Animali Senza Espressione il Premio Speciale Pivi 2018 per il video del singolo In cammino, estratto dal loro terzo disco. Infine la presentazione del libro dedicato al rapper Liberato a cura di Gianni Valentino, edito dalla casa editrice Arcana, durante la quale interverranno Giordano Sangiorgi e Fabrizio Galassi.





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
Uso dei cookies
© 2000-2016 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 11 query in 0,214 secondi •