Elezioni 2018: a Modena per la propaganda 3.600 metri quadri espositivi

È di 3.600 metri quadri lo spazio disponibile a Modena per la propaganda elettorale dei candidati uninominali e delle liste in lizza alle elezioni di Camera e Senato, per le quali si vota nella sola giornata di domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23.

Le 30 postazioni destinate dal Comune per le affissioni di stampati, giornali murali e manifesti in occasione della tornata elettorale misurano 1.800 metri lineari e, per effetto della nuova legge elettorale, aumentano rispetto alle precedenti elezioni politiche del 2013, cosiì come alle Comunali ed Eurpee del 2014 quando i metri quadri erano 1.600. Con la nuova legge, infatti, si passa al sistema misto, cioè uninominale e proporzionale con la possibilità di coalizioni a sostegno dei candidati dell’uninominale. Il manifesto di propaganda di ciascun candidato dell’ uninominale, quindi, deve essere affiancato da quelli delle liste rispettivamente collegate, seguendo l’ordine progressivo di sorteggio. Eventuali spazi liberi sono utilizzati dal Comune per informazioni ai cittadini elettori.

Ogni spazio ha una superficie di due metri per uno per la lista e di un metro per 70 cm per candidato, a partire dal lato sinistro e proseguendo verso destra. Il sorteggio – spieha il Comune con una nota – ha stabilito che il primo spazio a sinistra per la Camera dei deputati spetta al candidato uninominale Enrica Toce, quindi alla Lista Movimento Cinque Stelle; a seguire, verso destra, lo spazio tocca al candidato uninominale Flavio Morani e alla lista Il Popolo della Famiglia; poi al candidato uninominale Francesco Giliani e alla lista Per una Sinistra Rivoluzionaria; al candidato uninominale Beatrice Lorenzin sono collegate le liste Civica Popolare Lorenzin, Partito Democratico, Italia Europa Insieme, + Europa con Emma Bonino – Centro Democratico. Al candidato uninominale Ylenja Lucaselli sono invece collegate le liste Noi con l’Italia – Udc, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni. Segue il candidato uninominale Simone Reggiani e la lista Italia agli Italiani; quindi il candidato uninominale Silvia Vallisneri con la lista Partito Repubblicano Italiano – Ala; il candidato uninominale Carmelo Tavilla (detto Elio) con la lista Potere Al Popolo; il candidato uninominale Maria Cecilia Guerra con la lista Liberi e Uguali e, infine, il candidato uninominale Stefano Ferrarini con la lista Casapound.

Per il Senato invece l’ordine è diverso. Sempre da sinistra a destra si parte con il candidato uninominale Cinzia Baldo con la lista Destre Unite Forconi; il candidato uninominale Marco Zani con la lista Popolo della Famiglia; il candidato uninominale Paolo Ballestrazzi con la lista Partito Repubblicano Italiano – Ala; il candidato uninominale Mario Ori con la lista Potere Al Popolo; il candidato uninominale Edoardo Patriarca della coalizione formata dalle liste Civica Popolare Lorenzin, Italia Europa Insieme, + Europa con Emma Bonino, Partito Democratico; il candidato uninominale Simona Bolelli con la lista Per una Sinistra Rivoluzionaria ; il candidato uninominale Ugo Bertinelli con la lista Partito Comunista; il candidato uninominale Giuseppe Antonio Malerba con la lista Casapound Italia; il candidato uninominale Paolo Trande con la lista Liberi e Uguali con Pietro Grasso; il candidato uninominale Ugo Bertaglia con la lista Italia agli Italiani; il candidato uninominale Claudio Brandoli con la lista Movimento Cinque Stelle; il candidato uninominale Stefano Corti con la coalizione formata dalle liste Forza Italia Berlusconi Presidente, Noi con l’Italia Udc, Lega Salvini Premier, Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni.

Le 30 postazioni con i tabelloni elettorali previste sono collocate in tutte le aree della città: cinque nel quartiere 1; sei nel quartiere 2; otto nel quartiere 3 e undici nel quartiere 4.

Nel quartiere 1 le postazioni sono in piazza Cittadella, viale delle Rimembranze, viale Crispi, viale Fabrizi e via Paolucci.

Nel quartiere 2 sono in strada Albareto, tra via Francia e via Danimarca ai Mulini nuovi, in via delle Nazioni a S. Matteo, al villaggio Modena Est in via Emilia Est 1375, all’incrocio con viale dello Sport in via Divisione Acqui e in viale Gramsci.

Nel quartiere 3 sono state allestite postazioni in Via Vignolese a San Damaso, in via San Martino di Mugnano a Portile, in strada Bellaria a Vaciglio, in via Sassi, in via Campi, in piazza Manzoni e due in via Morane.

Nel quartiere 4 gli spazi sono a Baggiovara in via del Monastero, in via Emilia Ovest a Cittanova, in via Viazza a Ganaceto, in strada Sant’Onofrio a Lesignana e in via dei Traeri a Cognento, in strada Marzaglia a Marzaglia nuova, all’incrocio tra via Giardini e stradello San Marone in via Giardini a Saliceta San Giuliano, tra via Cremaschi e via Tartaglione a Villanova, in strada Barchetta a Tre Olmi, in via Amundsen alla Madonnina e all’incrocio tra via Corassori e via Cattaneo.

Sul sito web del Comune informazioni sul voto (www.comune.modena.it/elezioni).





Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
Uso dei cookies
© 2000-2016 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 11 query in 0,279 secondi •